Cos’è l’effluvio di capelli e cosa lo causa?

In quali casi si può pensare ad un effluvio cronico?

I capelli ricresceranno? E come faccio a favorire la ricrescita?

 

Ecco alcune delle domande che rimbalzano nella testa di tantissime persone, probabilmente anche nella tua che stai leggendo.

Indovinato?

Tranquillo, sei nel posto giusto.

In questo articolo risponderemo a questi e altri dubbi sull’effluvio dei capelli.

 

Di cosa parleremo:

Effluvio capelli: l’effluvio stagionale - Cause della caduta dei capelli in autunno e primavera.

Effluvio capelli: l’effluvio telogen – Cause del Telogen Effluvio

Effluvio capelli: l’effluvio cronico - Cause possibili da indagare in caso di effluvio cronico

Effluvio capelli: l’effluvio in anagen - Cause comuni dell’anagen effluvio

Come favorire la ricrescita capelli dopo l’effluvio



Effluvio di capelli: l’effluvio stagionale

Improvvisamente tantissimi capelli rimangono intrappolati nella spazzola, li vedi nella doccia, sul cuscino, rimangono tra le dita.

Prima di allarmarti eccessivamente, guarda il calendario. Se ti trovi in autunno o primavera, è molto probabile che si tratti di una fisiologica caduta stagionale di capelli, detta anche effluvio stagionale.

La caduta di alcune centinaia, talvolta migliaia, di capelli al giorno in questo periodo definisce il fenomeno dell’effluvio stagionale.

L’effluvio stagionale è un evento fisiologico e reversibile.

Le cause? Vediamole insieme.

Effluvio stagionale, cause della caduta dei capelli in autunno e primavera

Come spesso accade, il fenomeno dell’effluvio stagionare è causato da più fattori che si combinano tra loro. Tra le principali cause:

-L’eredità ancestrale del processo di “muta del pelo” tipico dei mammiferi.

-I cambiamenti ormonali, causati della variazione del ciclo di luce e buio.

-L’influenza del clima. Studi scientifici dimostrano che i raggi solaridanneggiano il bulbo del capello. Ecco perché per prevenire l’effluvio stagionale è importante proteggere dal sole anche quest’area in estate. In inverno, invece, la vasocostrizione dovuta al freddo potrebbe contribuire alla caduta primaverile.



ciclo-di-vita-capelli



Effluvio di capelli: l’Effluvio Telogen

Nel fenomeno dell’effluvio dei capelli stagionale, non vi è l’involuzione del capello tipica, ad esempio, dell’alopecia androgenetica. Questo significa che in caso di effluvio stagionale i capelli ricresceranno tutti.

A cadere, infatti, sono i capelli in fase telogen, si parla infatti di Telegen Effluvium stagionale. Sono capelli giunti al termine del loro ciclo di ricrescita. I follicoli, nel giro di poco, produrranno i nuovi capelli.

Effluvio di capelli in fase Telogen: le cause

Il Telogen Effluvio è un fenomeno acuto che segue un episodio emotivamente importante. L’evento può colpire fino a oltre l’80% dei capelli, causando la caduta dopo circa 12-14 settimane per protrarsi per pochi mesi.

Successivamente la caduta di capelli si arresta spontaneamente ed i capelli iniziano a ricrescere.

Tre le principali cause del Telogen effluvio troviamo pertanto un fortissimo stress o turbamento emotivo, anche di breve durata, che colpisce i capelli nella fase Anagen e li porta prematuramente alla fase Telogen.

Altre cause dell’Effluvio di capelli in fase Telogen posso essere il parto e allattamento (piuttosto comune), o, più raramente, interventi chirurgici, avvelenamenti o malattie.

A volte capita che la caduta abbondante di capelli abbia inizio, ma non sembra avere mai una fine.



caduta-capelli



Effluvio di capelli: l’effluvio cronico

Ecco uno dei casi in cui è meglio rivolgersi ad uno specialista. È necessario indagare la causa di un effluvio che si protrae molti mesi: l’effluvio cronico.

Anche nell’effluvio cronico la caduta colpisce i capelli in fase Telogen. Questa condizione riguarda più spesso le donne. La mancata risoluzione spontanea del fenomeno può condurre ad un diradamento diffuso anche molto evidente.  

In caso di Effluvio cronico, la ricrescita dei capelli dipenderà dalla causa che l’ha scatenato. Trattandosi di effluvio in fase Telogen, la ricrescita dei capelli dopo l’effluvio cronico sarà possibile in molti casi.

L’Effluvio cronico, cause possibili da indagare

Andranno ricercate le cause dell’effluvio cronico attraverso un’indagine medica completa, che prenda in considerazione malattie infettive croniche, collagenopatie, malattie immunologiche, carenze alimentari, squilibri endocrini, depressione e uso di farmaci.



Effluvio capelli: Effluvio in anagen 

Talvolta, l’evento stressante che colpisce è di una intensità tale da non permettere al capello di passare alla fase successiva, seppure prematuramente.

In questo caso il capello cade nella fase Anagen, ossia quando è nel pieno del suo ciclo vitale. Si tratta di un effluvio di molte centinaia o migliaia di capelli al giorno, che si manifesta quasi contemporaneamente all’evento che lo ha provocato. L’alopecia areata è la manifestazione clinica più frequente dell’Anagen Effluvium.
Anche l’effluvio Anagen è, il più delle volte, reversibile.

Effluvio Anagen, cause comuni

Oltre ad un forte stress che scaturisce in alopecia areata, altre cause di effluvio capelli in fase anagen sono:

-trattamenti di chemioterapia

-radiazioni

-rialzi termici

-carenze alimentari

-avvelenamenti



Come favorire la ricrescita dei capelli dopo l’effluvio



favorire-ricrescita-capelli

Abbiamo visto tipologie di effluvio di capelli molto diverse tra loro. Possiamo però individuare alcuni elementi comuni e tradurli in accorgimenti utili a chiunque stia sperimentano un effluvio di capelli.

Eliminare la causa scatenante di stress, quando è possibile. Questo è il primo elemento su cui lavorare per favorire la ricrescita dei capelli dopo l’effluvio.

Seguire uno stile di vita sano ed un’alimentazione variata e completa. Eventuali carenze specifiche riscontrate potranno essere integrate con integratori specifici.

Fare Sport. Uno stile di vita sano vuol dire dormire e mangiare bene e a sufficienza, ma non solo. Non bisogna trascurare il fattore sport. Sembrano due cose totalmente indipendenti, invece fare sport è importantissimo per favorire la ricrescita dei capelli dopo l’effluvio.

Perché fare sport aiuta i nostri capelli?

Innanzitutto, l’attività fisica determina il rilascio di endorfine da parte del cervello. Questi neurotrasmettitori hanno un importante ruolo, tra i tanti, nella regolazione dell’umore, nel benessere psicofisico e abbassamento dei livelli di cortisolo.

Insomma, fare sport è un antidoto potentissimo contro lo stress che spesso causa l’inizio dell’effluvio dei capelli.

Non solo, lo sport promuove la circolazione sanguigna, aumentando l’afflusso di sangue al cuoio capelluto. Il sangue porterà al bulbo tutto il nutrimento di cui ha bisogno. Soprattutto se avrai seguito una dieta sana e l’eventuale integrazione per carenze specifiche.

L’ultimo consiglio riguarda i trattamenti topici. In caso di effluvio di capelli, indipendente quindi dalle cause comuni che portano alla calvizie, sarà totalmente inutile putare su lozioni anticaduta / pro-ricrescita che utilizzino esclusivamente principi attivi volti a contrastare le cause della comune calvizie (come i principi attivi anti-dht). 

Per favorire la ricrescita dei capelli dopo l’effluvio converrà puntare su trattamenti topici che vadano anche a regolare il normale ciclo del capello. Utili anche le lozioni a base di rame peptidi che favoriscono la formazione di nuovi capillari intorno al follicolo, oltre alla riparazione dei danni al cuoio capelluto ed alla formazione di capelli più spessi.