SPEDIZIONE GRATUITA IN ITALIA SOPRA I 59 € - ACQUISTA ORA

kmax_logo

Blog / Telogen effluvium: 7 sintomi per riconoscerlo

17 ottobre 2021

Telogen effluvium: 7 sintomi per riconoscerlo

Il telogen effluvium (o effluvio telogen) è un disturbo che provoca una perdita di capelli eccessiva. Si parla di telogen effluvium acuto quando la caduta di capelli è copiosa e momentanea. Quando, invece, la perdita di capelli è più moderata ma persistente nel tempo si può parlare di telogen effluvium cronico.

Imparare a riconoscere i principali sintomi di questo fenomeno è indispensabile per trattarlo in modo mirato ed efficace. Ecco, quindi, i sintomi in cui potresti imbatterti se stai affrontando un effluvio telogen.

1. Perdita di capelli abbondante: ma quanto?

Perdere capelli è un fenomeno biologico naturale. Ogni giorno, infatti, cadono in media dai 50 ai 100 capelli in base alla quantità di follicoli piliferi ancora attivi. Questo range varia a seconda dell’età, del sesso (i maschi tendono a perdere più capelli delle donne durante la giornata) e della propria salute personale.

Quando si parla di telogen effluvium, invece, si fa riferimento ad una caduta di capelli anomala sia in termini di qualità che di quantità, la quale risulta decisamente superiore alla media giornaliera naturale. Spesso, questa perdita di capelli più abbondante del solito coincide con il cambio di stagione e, pertanto, è più frequente in autunno e in primavera.

2. I capelli cadono con una pallina bianca

Oltre alla quantità di capelli che cadono, è indispensabile prestare attenzione anche all’aspetto che contraddistingue i capelli in telogen. Essi, infatti, presentano spesso una pallina bianca all’estremità, una caratteristica che può destare ulteriormente preoccupazione. Altro non è, invece, che un tratto distintivo dei capelli giunti nella fase di riposo del ciclo vitale di crescita del capello.


Tutti i follicoli piliferi hanno un proprio ciclo vitale, il quale è caratterizzato da una fase di crescita (anagen), di arresto delle funzioni vitali (catagen) e di riposo (telogen). Quando i follicoli si trovano nella fase di riposo, si parla di “capelli in telogen” e non producono nessuna fibra del capello. Ecco perché è del tutto normale che i capelli in telogen, essendo privi di funzioni vitali, cadano provocando l’effluvium telogen.

3. Telogen effluvium durata

Una perdita di capelli così abbondante desta preoccupazione e, per questo, non è un caso che tra le domande più frequenti di chi affronta questo disturbo vi sia: “Ma il telogen effluvium quanto dura?”.

Per rispondere a questa domanda, è necessario approfondire la distinzione tra telogen effluvium acuto e cronico che abbiamo accennato all’inizio di quest’articolo. L’effluvio telogen cronico, infatti, rappresenta la forma più persistente e duratura di questo fenomeno. Invece, quando il telogen effluvium, come accade nella maggior parte dei casi, è associato al cambio di stagione, in genere si risolve autonomamente nel giro di qualche settimana.

Semplificando, possiamo dire che l’effluvium telogen ha una durata media che oscilla tra due o tre settimane e un paio di mesi. Nel caso in cui, però, la perdita di capelli sia eccessivamente abbondante o si prolunghi per troppo tempo, si consiglia di consultare un esperto che sia in grado di diagnosticare l’origine.

4. Capelli più diradati

Il diradamento dei capelli è un altro sintomo del telogen effluvium, in quanto altro non è che la conseguenza diretta di una perdita di capelli abbondante. Un individuo in buona salute, infatti, presenta in media il 90% dei follicoli piliferi in fase anagen (crescita), mentre solo il 10% è in fase telogen.

Quando quest’ultima percentuale aumenta in maniera esponenziale, si incrementa la caduta di capelli fino ad avere un diradamento diffuso sul cuoio capelluto. Di conseguenza, più il telogen effluvium è aggressivo, maggiore sarà il diradamento dei capelli.

In questi casi, scegliere prodotti per capelli specifici può fare la differenza fermando la caduta dei capelli prima che il diradamento diventi eccessivamente evidente e favorendo la ricrescita capelli dopo effluvio. La linea Stimulating di Kmax è ideale contro il telogen effluvium, in quanto è stata progettata appositamente con i migliori principi attivi anti-caduta e stimolanti, quali triaminodil, beta-sitosterolo, acido azelaico e vitamine del gruppo B. Detergente, balsamo e lozioni spray di questa linea sono state formulate con l’obiettivo di agire direttamente sul metabolismo del follicolo pilifero bloccando la caduta e stimolandone il normale ciclo di ricrescita.

5. Telogen effluvium e capelli senza luce

Oltre a cadere, i capelli affetti da telogen effluvium appaiono anche più spenti e secchi. Questo perché salute e aspetto dei capelli vanno di pari passo. Per cui, durante queste settimane, è normale che, accanto alla perdita di capelli, si noti anche una maggiore secchezza e una minore luminosità della chioma.

Per ritrovare morbidezza e luminosità, il miglior prodotto è il balsamo per capelli. Dopo lo shampoo, ridona l’idratazione e la luce di cui i capelli necessitano per avere un aspetto bello e sano. L’ideale sarebbe utilizzare un balsamo come Kmax Stimulating Leave-In Conditioner, in quanto coniuga le proprietà nutritive con una forte azione anti-caduta e stimolante. Inoltre, è senza risciacquo: gli attivi presenti nella sua formulazione agiscono così in maniera intensificata e prolungata.


6. I capelli cambiano colore

Dopo una lunga esposizione ai raggi solari, come avviene in estate, capita di notare che i capelli cambiano colore in modo naturale. La comparsa di questi riflessi, in genere di colore rosso o biondo, è una conseguenza del danneggiamento solare. Dopo l’estate, quindi, i capelli tendono ad essere più fragili e rovinati, due caratteristiche che contribuiscono al manifestarsi del telogen effluvium.

Per ridurre gli effetti dell’imminente caduta capelli stagionale, è indispensabile prendersi cura dei propri capelli nel modo giusto, soprattutto dopo la stagione estiva. Proprio in questo recente articolo abbiamo parlato dei migliori rimedi per capelli rovinati dopo l’estate.


7. Telogen effluvium cause: i fattori esterni

L’ultimo sintomo a cui si deve prestare attenzione è un insieme di più fattori che possono provocare il telogen effluvium. Oltre alla caduta di capelli stagionale, dietro a questo disturbo, infatti, si possono celare carenze alimentari, disturbi ormonali o periodi eccessivamente stressanti. Anche l’assunzione di farmaci specifici o il sottoporsi a determinati interventi chirurgici può provocare la perdita di capelli abbondante tipica dell’effluvium telogen.

Per cui, quando si inizia a notare un’eccessiva caduta di capelli, è importante chiedersi innanzitutto se la propria alimentazione sia sufficientemente variegata. Parallelamente, la perdita di capelli è spesso correlata ad un elevato livello di stress: in questi casi, la caduta può verificarsi fino a tre mesi dopo il periodo stressante.

In conclusione

Imparare a conoscere i principali sintomi che contraddistinguono il telogen effluvium è indispensabile sia per curarlo in modo efficace sia per evitare di confonderlo con altri disturbi, come l’alopecia androgenetica. Se vuoi approfondire l’argomento, in quest’altro articolo puoi trovare tutto ciò che ti serve sapere sull’effluvio e su come stimolare la ricrescita dei capelli.


Resta aggiornato!
Minoxidil e fibre per capelli Kmax:
scopri come usarli insieme per combattere
il diradamento dei capelli.